Studio Commerciale e Tributario Menichetti - Commercialista Firenze

Il Redditometro (2010)

Approfondimenti Studio Commercialista Menichetti

, Fisco, RedditiIl nuovo Redditometro (2010)

Da qualche anno l’Amministrazione finanziaria ha intensificato gli accertamenti sintetici del reddito delle persone fisiche, il così detto Redditometro.Commercialista Firenze - Imposta di Registro
Questo strumento consente all’Amministrazione Finanziaria di rettificare il reddito delle persone fisiche in base al possesso di determinati beni specificamente individuati. Sulla base del possesso di tali tipologie di beni, o di determinate spese fatte dal contribuente, viene calcolato, in base a dei coefficienti, il reddito minimo che un soggetto deve possedere nell’anno per poter acquistare e mantenere tali beni oppure tale stile di vita.

La Storia Normativa:

Articolo 38 DPR 600/73 (aggiornato con il Decreto-legge del 31/05/2010 n. 78 Articolo 22)

L’ufficio, indipendentemente dalle disposizioni recate dai commi precedenti e dall’articolo 39, può sempre determinare sinteticamente il reddito complessivo del contribuente sulla base delle spese di qualsiasi genere sostenute nel corso del periodo d’imposta, salva la prova che il relativo finanziamento è avvenuto con redditi diversi da quelli posseduti nello stesso periodo d’imposta, o con redditi esenti o soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta o, comunque, legalmente esclusi dalla formazione della base imponibile.
La determinazione sintetica può essere altresì fondata sul contenuto induttivo di elementi indicativi di capacità contributiva individuato mediante l’analisi di campioni significativi di contribuenti, differenziati anche in funzione del nucleo familiare e dell’area territoriale di appartenenza, con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale con periodicità biennale. In tale caso è fatta salva per il contribuente la prova contraria di cui al quarto comma.
La determinazione sintetica del reddito complessivo di cui ai precedenti commi è ammessa a condizione che il reddito complessivo accertabile ecceda di almeno un quinto quello dichiarato.

Circolare Agenzia Entrate n. 49/E del 2007

Dopo l’emanazione della Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 49/E del 9 Agosto 2007 vi è stato un rilancio di tale strumento ed un forte aumento di accertamenti fatti in base a tale legge. Infatti, all’interno della suddetta circolare, L’Amministrazione Finanziaria, ha fornito specifiche istruzioni per ricostruire i redditi dei contribuenti in base al possesso di precisi beni “indice” indicati accuratamente.

Manovra d’Estate 2009

Con la Manovra d’Estate 2009 (D.L. 78/2009) il legislatore ha previsto che l’Ufficio del Pubblico Registro Automobilistico provveda a segnalare all’Agenzia delle Entrate ed alla Guardia di Finanza i soggetti (persone fisiche) che hanno un numero superiore ai 10 autoveicoli intestati. Tramite queste segnalazioni gli Uffici di Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza procedono poi alla verifica dei redditi di tali soggetti. Inoltre è stata istituita una banca dati nazionale, l’applicativo C.E.TE. (Controllo Economico del Territorio) nel quale vengono inseriti tutti i dati dei proprietari di veicoli di lusso, quali barche, aerei, elicotteri, ecc, la quale verrà ampliata con il passare del tempo al fine di incrociare i dati dei proprietari di tali beni con quelli dei loro redditi e dei loro familiari per poter procedere all’accertamento delle situazioni anomale in tempi brevi.

Manovra Correttiva 2010

L’art. 22 della cd. “Manovra correttiva” (DL 78/2010 conv. in L. n. 122/2010) ha riscritto interamente le disposizioni sull’accertamento “sintetico” del reddito delle persone fisiche (art. 38 Dpr 600/73), nella considerazione del mutato contesto socio-economico intervenuto.

Novità del Redditometro attuale

I redditi possono essere ricalcolati in base alla tipologia del nucleo familiare oppure alla localizzazione dei beni, inoltre l’Agenzia delle Entrate guarda anche la classe di reddito e l’età dei contribuenti.
Non sono più previsti gli incrementi di patrimonio nella nuova formulazione dell’articolo (questo fa pensare che anch’essi saranno presunti con i redditi conseguiti nel solo anno in corso).

Presupposti

Il nuovo redditometro si applicherà in presenza di uno scostamento superiore al 20% tra reddito dichiarato e reddito presunto, ed inoltre sarà possibile un accertamento anche per una sola annualità (nella previgente normativa occorreva uno scostamento per almeno due anni anche non consecutivi).

Convocazione del contribuente

Prima di effettuare la notifica dell’Accertamento, l’Ufficio ha l’obbligo di invitare il contribuente a comparire (anche al fine dell’eventuale stipula dell’accertamento con adesione). L’assenza della convocazione rende nullo l’accertamento.

Segnalazione al Comune

L’Ufficio prima di notificare l’avviso di accertamento al contribuente deve inviare una comunicazione al Comune di residenza, il quale ha 60 giorni per rispondere segnalando qualsiasi elemento utile alla determinazione sintetica del reddito del contribuente. Inoltre l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei Comuni le dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche.

Oneri Deducibili

Nella nuova versione del Redditometro il Legislatore ha stabilito che sono deducibili gli oneri previsti dall’art. 10 Tuir ed inoltre spettano le detrazioni d’imposta per oneri previste dalla legge (spese mediche, interessi su mutui, carichi di famiglia, ecc.).

Assistenza dello Studio Commerciale Menichetti

Lo Studio Commerciale e Tributario Menichetti è abilitato alla difesa del contribuente in ambito di accertamenti da redditometro. Vengono analizzate le migliori strategie difensive e offre assistenza completa al contribuente: dall’analisi delle singole voci di reddito (compresa l’analisi degli estratti conto bancari) alla redazione di una strategia difensiva fino alla chiusura dell’accertamento.
Inoltre lo Studio Menichetti offre un servizio di analisi preventiva della situazione reddituale personale.

Per maggiori informazioni contattaci per un appuntamento senza impegno.

2017-06-22T12:51:56+00:00 Categories: Approfondimenti, Fisco, Redditi|Tags: , |